Come scrivere per la web.

 


Un lettore in rete di solito è...


  • Qualcuno che NON leggerà la tua web,

navigherà nel sito, sfogliando le pagine, analizzando rapidamente quello che gli può interessare, saltando da un collegamento alle foto, da un titolo all'altro. Dopo uno sguardo veloce ed una lettura rapida penserà di aver capito il tuo sito. 

> Un sito non è un libro. Dare un nome alle etichette, ripetere alcune cose ma in modo diverso, titoli grandi, paragrafi corti, pagine molto chiare, è un buon modo per adattarsi a questa realtà.


  • Qualcuno che è in cerca di informazioni,

spesso nella speranza di prendere decisioni.

> Il tuo lettore è una persona che vuole capire cosa offri.


  • Qualcuno che cerca di distrarsi o soddisfare una curiosità

spesso le due cose contemporaneamente. L'emozione trasmessa da un sito è parte dell'esperienza.

> Dipendendo dal tuo campo, apporta un po di umorismo, qualità umane e cose di interesse generale, è un buon modo di affrontare il tuo lettore .


Scrivere per la rete oggi è una cosa molto importante.

Rendere semplici i tuoi contenuti non è una cosa facile 

Fai qualche ricerca e troverai parecchie raccomandazioni sulla necessità di fare frasi particolarmente breviUsare un linguaggio semplice favorisce una lettura veloce e fa aumentare il livello di comprensione e memorizzazione del testo.

Capitoli chiari e ben organizzati aiutano il lettore a decidere più facilmente se leggere o cliccare avanti. 


Ok, ci vuole semplicità ... ma come scegliere le parole giuste?

Una volta che hai dato ascolto alle domande dei lettori ed hai individuato le espressioni chiave, devi tenere sempre a mente

  • le aspettative dei tuoi lettori.

  • il linguaggio che capiscono meglio, 

  • il vocabolario che vorresti insegnar loro.

Non commettere l'errore di scrivere il tuo sito per Google. 

Pensa di più al tuo lettore, alle sue necessità ed il suo linguaggio e meno a Google ed i risultati di ricerca. Usa le parole chiave quando ne hai bisogno, devi capire che i motori di ricerca  (e chiaramente i lettori) capiranno quando ne fai un uso adeguato. Nessuno dei due ricerca un'alta densità di parole chiave. Non aver paura di usare dei sinonimi nello stesso contesto. Ripetere la stessa parola in continuazione non aiuterà il tuo sito.


Il cambio dell'olio motore: un esempio pratico di contesto e comunicazione nella vita di tutti i giorni. 


Prova ad immaginare, 

stai guidando in città e ti rendi conto che devi fare il cambio dell'olio. 

Ti guardi attorno e cerchi dei cartelli o insegne che offrano  "cambio olio" meglio ancora se ti dicono "il prezzo" e possibilmente quanto "tempo" ci vuole per il lavoro .

Sei lì per strada, con queste parole chiave in mente, cercando ad ogni angolo, tutto il resto non conta. Un officina per essere vista, dovrà esporre le parole chiave che tu stai cercando.
> Questo è il linguaggio che i tuoi lettori si aspettano.


Nell'offcina,
Un meccanico ti viene in aiuto. Un buon meccanico usa un linguaggio che tu capisca. E' importante spiegare bene la necessità di usare un olio di qualità.

A questo punto si passa ad un vocabolario più specifico: "semi-sintetico, sintetico" e probabilmente queste sono parole che tu non conosci ma che invece dovresti sapere prima di fare un cambio dell'olio.  

> Questo è il linguaggio che il lettore impara.


Prova invece ad immaginare questo 
Arrivi nell'officina ed il meccanico dopo averti salutato ti chiede se vuoi "cambiare il liquido lubrificante viscoso ed il fluido di raffreddamento" penserai che è un po strano ma accetterai esitante. Ma poi ti chiederà "che coefficiente di viscosità e pressione di degradazione è consigliato per la combustione interna del tuo motore?" 

Nonostante questa complessa definizione tecnica è solamente un modo stravagante - e forse tecnicamente più giusto - per dire "cambio olio" a questo punto vorresti solo andartene.

> Usare delle definizioni complesse (anche se tecnicamente giuste) è un difetto dell'officina.

Conoscere ed usare il linguaggio del lettore è importante. Sapere quando e come proporre un nuovo vocabolo o un nuovo concetto lo è altrettanto.


___
Momento di scrivere. Nel prossimo passo ti aiuteremo a mettere in chiaro per te ed i tuoi lettori un regola molto semplice: 1 soggetto = 1 pagina.